Massimo Bernardoni.

Max55

  musicalizzare è stato un piacere nato per caso 6 anni fa. Ho iniziato  ascoltando musica classica da piccolo e probabilmente un seme nell'ascolto della musica è stato  fornito da questo.   non ho preconcetti nella musica: mi piace quella che  sensibilmente mi attira e mi affascina. Quindi nelle milonghe mi piace creare una serata miscelata con vari autori cercando di essere sensibile all'atmosfera della milonga (solitamente vado prima a ballarci per rendermi conto del pubblico e del posto). Mi piace bilanciare le tande (del resto bilancia è il mio segno di nascita) e mi piacciono le orchestre che vanno dagli anni 30 agli anni 50. Mi piacciono le melodie piene, forti, romantiche, che ti fanno venir voglia di ballare, a volte ci riesco e altre no, ma fa parte del gioco. Mi piace quel modo di suonare tronco del tango, che ti arriva dritto alla pancia e al cuore e prediligo il vals. Gli autori che preferisco sono Canaro, Biagi,tanturi, Di Sarli, Fresedo e mi piace l'energia e la gioia di D'arienzo. Amo alcuni brani di Pugliese e alcune orchestre contemporanee se sono ballabili e ti trasmettono l'entusiasmo delle orchestre che hanno fatto conoscere il tango nel mondo. La mia serata ideale è quando dove ogni tanda mi fa venir voglia di ballare e ogni cortina mi richiama un bel pezzo di musica contemporanea.  Il mio motto è: “ci sono tanti bellissimi tanghi di tutte le orchestre, allora perchè non metterli?”.   ad oggi ho musicalizzato in diverse milonghe sia nel Nord Italia che nel Centro Italia.