Corpo e Tango - Metodo Feldenkrais e Tecnica Femminile

Evento organizzato da: Torino Dora Ssd
Data evento : Sat 08/12/2018
Ora evento: 17:00
Ora fine evento: 20:00
Tipo evento: Stage
Location: Corso Umbria 83, Torino , Torino

Corpo e Tangoconsapevolezza del movimentometodo Feldenkrais* (descrizione in fondo) e Tecnica femminile

E' gradita la presenza anche di ballerini maschi!

Sabato 8 Dicembre   Tango  ore 17.00 - 20.00domenica  9 dicembre ore 15.00 - 18.00
Casa Capitango C.so Umbria, 83 – Torino.

Giornate di studio interamente dedicate alla Tecnica femminile. Utilizzo del Metodo Feldenkrais nel Tango con Susanna Piacenza ed Emanuele Enria.
Un percorso alla ricerca della consapevolezza del proprio movimento per far crescere il Tango.niente meglio del metodo Feldenkrais, consente di sviluppare un uso integrato del movimento tra scheletro e muscolatura, riducendo e togliendo quello che non serve e aumentando la consapevolezza del movimento.
Programma
Sabato
Ore 17.00 - 18.15 Corpo. Metodo Feldenkrais con Susanna Piacenza ed Emanuele Enriafeldenkrais applicato ad alcuni movimenti e posture del tango per lo sviluppo di maggiore consapevolezza scheletrica. Livello Base.
Ore 18.15 - 18.30 Pausa
Ore 18.30 – 19.45 Tangotecnica Femminile con Caterina Ingleseattraverso l’ascolto del proprio movimento studieremo:percezione dell’equilibrioelementi basici della camminata, pivotsascolto della musica

Domenica
Ore 15.00 - 16.15  corpo. Metodo Feldenkrais con Susanna Piacenza ed Emanuele Enriafeldenkrais applicato a movimenti e posture del tango per lo sviluppo di maggiore consapevolezza scheletrica.
Ore 16.15 -16.30 Pausa
Ore 16.30 - 17.45 Tangotecnica Femminile con Caterina Ingleseapprofondimento degli elementi utili per gli Adornos:equilibrio e Dissociazionispazio e linee del corpotempo e AccelerazioniMusica

COSTI:Singolo stage  18 €intera giornata 30€full Pass 50 €

Presso la scuola Capitangoc.so Umbria, 83 - Torinoinfo e Prescrizioni: +39 3938890014 sms e wz

*Feldenkrais per il tangola connessione, nel tango, è il più incredibile strumento per sentirci e trovare un asse insieme. Ora, immaginate un appendiabito sopra il quale disponete i vostri vestiti. Se li ponete sopra con calma e attenzione, l’ appendiabito non penderà né da una parte, né dall’altra, ma rimarrà l’asse portante dei vostri vestiti. Se stress, poca attenzione, fretta, sforzo indurranno ad appoggiarli in maniera disordinata, l’appendiabito incomincerà a inclinarsi di lato. Lo scheletro, nel nostro corpo, assurge proprio al ruolo di “appendiabito”, ovvero di asse portante sopra il quale sono disposte le nostre fibre e fasce muscolari. Il fatto è che siamo pochissimo abituati a sentire il nostro scheletro. Ed è un grandissimo peccato: perché ci accorgeremmo che l’abbraccio inizia dentro lo sterno e la gabbia toracica davanti, e, dietro, dentro le scapole e la colonna vertebrale. Ancora di più: passa dal bacino e arriva fino all’appoggio dei piedi. Il problema è che, troppo sovente, appena entriamo dentro un abbraccio, la parte muscolare in eccesso sovraccarica il nostro asse, lo scheletro, e ci impedisce di sentirlo. Inoltre, trasmettiamo direttamente la nostra tensione muscolare all’altro corpo. Lanciati per la prima volta al Festival di tango di Urbino da Emanuele Enria e Susanna Piacenza, insieme al grande Pablo Veron, i laboratori di feldenkrais applicati al tango costituiscono un momento privilegiato per lavorare sul proprio corpo e in relazione all’altro con la finezza ed attenzione della danza e non solo di un ballo sociale." He comprobado que la percepción de uno mismo y de las propias posibilidades que produce el Feldenkrais influye directamente en la practica del tango. Puede ayudar a tomar una conciencia mas integradora y dinámica de uno mismo y del otro, desarrollando con el tiempo la armonía, libertad y energía del movimiento." (Pablo Veron, Solstizio d’estate, Tango a Urbino, 2015)